Fwd: RETTIFICA MAIL PRECEDENTE Consiglio Europeo aggiorna raccomandazione sulle limitazioni ai viaggi da paesi terzi nell’UE

———- Forwarded message ——— Da: <fiavet.nazionale@fiavet.it> Date: ven 5 feb 2021 alle ore 13:02 Subject: RETTIFICA MAIL PRECEDENTE Consiglio Europeo aggiorna raccomandazione sulle limitazioni ai viaggi da paesi terzi nell’UE To: <fiavet.nazionale@fiavet.it>
* LA PRESENTE SOSTITUISCE LA PRECEDENTE *

Alle Associazioni
Regionali Fiavet

Loro sedi

Vi informiamo che il Consiglio Europeo ha adottato una raccomandazione (in allegato) che modifica la raccomandazione
sulla limitazione temporanea dei viaggi non essenziali nell’UE e l’eventuale revoca di tale restrizione.
Di seguito i criteri presi in considerazione per determinare i paesi per i quali le restrizioni ai viaggi non essenziali dovrebbero essere revocata:

– non più di 25 nuovi casi di COVID-19 ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni; – un trend stabile o decrescente di nuovi casi in questo periodo rispetto ai 14 giorni precedenti; – più di 300 test ogni 100.000 abitanti nei 7 giorni precedenti, se i dati sono disponibili all’ECDC; – non più del 4% di test positivi tra tutti i test COVID-19 effettuati nei 7 giorni precedenti, se i dati sono disponibili all’ECDC; – la natura del virus presente in un paese, in particolare se sono state rilevate varianti preoccupanti del virus.

Inoltre gli stati membri dovrebbero richiedere alle persone che viaggiano (per motivi essenziali o non),
ad eccezione dei lavoratori dei trasporti e dei lavoratori frontalieri, di sottoporsi ad un test PCR negativo 72 ore prima della partenza.
Si può richiedere anche l’autoisolamento, la quarantena ed il tracciamento dei contatti per un periodo fino a 14 giorni.
Ai viaggiatori in arrivo da un paese terzo in cui è stata rilevata una variante del virus possono essere imposti alla quarantena e ad ulteriori test.

Per i viaggi essenziali invece gli stati membri possono decidere in modo coordinato di rinunciare ad alcune delle misure sopracitate.
Per il personale addetto ai trasporti , i marittimi ed i lavoratori frontalieri, gli stati membri non dovrebbero richiedere più di un test rapido dell’antigene negativo all’arrivo.

Cordiali saluti
La segreteria FIAVET

[image: http://www.fiavet.it/images/logo_Fiavet.jpg]
*Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo*

Piazza G.G. Belli, 2
00153 – Roma
tel 06-588.31.01 r.a.
www.fiavet.it

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DEL REGOLAMENTO (UE) n. 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 27 APRILE 2016

*Le informazioni contenute nella presente e-mail e negli eventuali allegati, devono essere nella disponibilità del solo destinatario. Se avete ricevuto per errore questa e-mail siete pregati di informarci (rispedendola al mittente) e di provvedere alla sua rimozione. Possono essere presenti informazioni riservate e non corrette ( parzialmente o totalmente).Del contenuto è responsabile il mittente della presente. Chiunque venga in possesso non autorizzato di questa e-mail è vincolato dalla Legge a non leggerne il contenuto, a non copiarla, a non diffonderla e a non usarla. La informiamo che in qualunque momento relativamente ai Suoi Dati, Lei potrà esercitare i diritti previsti nei limiti ed alle condizioni previste dagli articoli 7 e 15-22 del Regolamento, rivolgendosi al Titolare del trattamento FIAVET NAZIONALE, P.zza G.G. Belli 2-00153, Roma per posta o per fax, indicando sulla busta o sul foglio la dicitura “Inerente alla Privacy”, o inviando una e-mail all’ indirizzo **fiavet.nazionale@fiavet.it <fiavet.nazionale@fiavet.it>*

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento