Fwd: CASHBACK: come funziona?

[image: 3FB.bmp]

*F I A V E T L I G U R I A *
*Associazione Ligure Agenzie di Viaggio e Turismo* c/o Confcommercio Genova – Via Cesarea 8 Email: *info@fiavetliguria.com <info@fiavetliguria.com>*
Scriveteci via mail e sarete contattati.

CASHBACK- COME FUNZIONA
*Il cashback prevede un rimborso del 10% su tutte le spese- di qualsiasi tipo – effettuate con bancomat, bonifici bancari, carte di credito o debito; *
il rimborso sarà garantito *anche per i pagamenti digitali *fatti con le app del proprio smartphone: Satispay, Apple Pay o Samsung Pay, Paypal.
Il massimale di spesa è di 3.000 euro, che viene suddiviso in due rate da 1.500 euro a semestre ed è valido solamente se si effettuano un numero minimo di 50 pagamenti digitali a semestre.
Riassumendo, se si arrivasse a spendere 3.000 euro in 12 mesi, si potrebbe ricevere un bonus annuale di 300 euro (150 euro a semestre).

*Come funziona* Il cashback è un rimborso economico per chi aderisce al programma, può accedervi solo chi, nell’arco di un anno, effettua una spesa minima di 3.000 euro
con almeno 50 pagamenti a semestre eseguiti con strumenti digitali.

*Quali sono i pagamenti digitali?* – Per pagamenti digitali s’intendono, tra l’altro, i pagamenti effettuati con:
– app del proprio smartphone (Satispay, Apple Pay o Samsung Pay); – bancomat; – carte di credito; – carte di debito; – carte prepagate.
*Come avviene il rimborso* – Dopo aver scaricato l’app IO <io.italia.it/> si può ricevere il rimborso del bonus bancomat direttamente sul proprio conto corrente.
*Come richiederlo* – Per richiedere l’indennizzo, il cittadino dovrà accedere, grazie al proprio SPID, alla piattaforma e registrarsi al programma.
A quel punto inserirà il codice fiscale, le app o le carte che utilizzerà per aderire all’iniziativa e, infine, l’IBAN. Il rimborso avverrà ogni 6 mesi sul codice IBAN
che è stato indicato al momento dell’adesione al programma o in un momento successivo.
Una volta aver eseguito tale procedura, la piattaforma genererà un codice QR, che dovrà essere rivolto agli esercenti per aggiungere la spesa che si esegue.
*Come ottenere lo SPID* – Per entrare in possesso dello SPID è necessario essere maggiorenni e disporre di:
– indirizzo e-mail; – numero di cellulare; – documento di identità valido (carta d’identità, passaporto, patente); – tessera sanitaria con codice fiscale.
*Da quando è attivo e a chi spetta* – Tutti i cittadini potranno partecipare purché rispettino la condizione del numero di transazioni da eseguire nel tempo prestabilito, 6 mesi.
La misura del rimborso è determinata con riferimento ai seguenti periodi:
– 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021; – 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021; – 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.
I rimborsi saranno erogati *entro 60 giorni* dal termine di ciascun periodo.
Per ognuno dei periodi sopra indicati, sono necessarie un numero minimo di 50 transazioni con strumenti di pagamento elettronici registrati.
Il rimborso è quantificato in base al valore complessivo delle transazioni eseguite ma, in ogni caso, non supera la cifra di 1.500 euro semestrali.

*Cahback sperimentale* – Per l’attuazione della misura è previsto un periodo sperimentale che avrà termine il 31 dicembre 2020.
Si resta comunque in attesa che venga pubblicato dal MEF il relativo avviso.
In questo periodo, per accedere al rimborso sarà necessario effettuare un numero minimo di 10 transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici.
Il rimborso è pari al 10 per cento dell’importo di ogni transazione e si tiene conto delle transazioni fino ad un valore massimo di 150 euro per singola transazione.
Le transazioni di importo superiore a 150 euro concorrono comunque solo fino all’importo di 150 euro.

*Gli acquisti online rientrano nel Cashback**?* – L’iniziativa ha l’obiettivo di combattere l’evasione fiscale e poiché gli acquisti in e-commerce (inclusi quindi quelli su Amazon e Ebay)
vengono inevitabilmente tracciati, non avrebbe senso inserire le spese online nel progetto. Restano, dunque, validi solo gli acquisti fatti nei negozi fisici con moneta elettronica,
a prescindere dalle categorie merceologiche.

*Super Cashback** -* Il Super Cashback, anche detto Super Premio Cashback, è un premio del valore di 3.000 euro ciascuno spettante ai primi 100 mila cittadini che avranno eseguito
il più alto numero di transazioni con strumenti di pagamento digitali (sia carte, bonifici e bancomat che specifiche app dello smartphone).
Le transazioni di cui sopra dovranno essere eseguite nell’arco di 6 mesi. In questo caso, come del resto anche nel Cashback,
non conterà il valore della spesa fatta, bensì quante transazioni digitali saranno compiute.

*Come partecipare* – Per aderire all’iniziativa le condizioni sono le stesse del Cashback: garantire un numero minimo di 50 transazioni a semestre per accedere alla graduatoria del Super Premio Cashback.
*Come funziona per l’esercente?* – Per aderire all’iniziativa, l’esercente dovrà essere in possesso di un “Dispositivo di accettazione”, che sarà messo a disposizione da un Acquirer Convenzionato,
ovvero un soggetto che abbia in sottoscritto una convenzione con PagoPA S.p.A. per partecipare al Programma Cashback.
L’esercente sarà individuato dall’Acquirer tramite un numero, il cosiddetto “MerchantID” o “identificativo univoco”, che lo riconosce nel sistema dei pagamenti elettronici e lo identifica univocamente
in ogni operazione di pagamento eseguita a suo favore.
*Il Decreto sul Piano Cashless** -* Il Piano Cashless è stato introdotto dal Decreto Agosto <www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/08/14/20G00122/sg>, fissando come data di partenza il 1° dicembre. Il progetto è orientato a disincentivare l’uso del contante
e, più in generale, a favorire i sistemi di pagamento digitale in Italia, coinvolgendo i diversi settori d’imprenditoria. Il Progetto Italia Cashless, era già previsto nella Legge di Bilancio 2020 <www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/12/30/19G00165/sg>
*FIAVETLIGURIA ringrazia CONFCOMMERCIO per l’aggiornamento e le notizie.*

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento